Home

Visto il Regolamento sulla Valutazione - DPR 122/2009, vista l’ordinanza ministeriale di cui al decreto n. 11 del 16 maggio 2020, viste le delibere del collegio dei docenti e le linee guida sulla didattica a distanza adottate dall’istituto, visti gli esiti delle riunioni dei dipartimenti disciplinari, si comunicano i criteri di valutazione degli apprendimenti e del comportamento degli alunni ad integrazione di quelli già pubblicati nel PTOF.

La specifica situazione instauratasi con la Didattica a Distanza comporta l’adozione di un approccio formativo incentrato sui traguardi essenziali di apprendimento - nuclei essenziali – mediante una pratica che attribuisce rilievo alla valutazione formativa.

La valutazione è riferita all’intero percorso formativo compiuto dall’alunno, va oltre le singole prestazioni, evita “la media” e apprezza i miglioramenti rispetto al punto di partenza. La valutazione considera l’errore come occasione di riflessione e di crescita e mira a fornire indicazioni per la valorizzazione delle competenze e suggerimenti per approfondimenti, recuperi, consolidamenti, in un’ottica di personalizzazione e responsabilizzazione. 

La valutazione adotta metodologie didattiche composite, che prevedono:

  • produzione di testi scritti, relazioni, video
  • elaborati grafici
  • attività pratiche
  • pratica strumentale e vocale
  • file audio
  • test di varie tipologie
  • compiti di realtà

La valutazione non opera per frammenti, ma guarda a tutto il percorso dell’alunno, tenendo conto dell’intero ventaglio delle evidenze mostrate: partecipazione, responsabilità, comunicazioni, interrogazioni, test, prove pratiche, elaborati, compiti, segni di crescita personale, attenzione sia al prodotto che al processo.

La valutazione per alunni con BES sarà correlata ai PEI ed ai PDP definiti in sede di progettazione annuale, tenendo conto anche delle variazioni intervenute a causa dell’emergenza sanitaria Covid-

19 ed il passaggio alla didattica a distanza.

In sede di scrutinio finale ogni docente dovrà procedere seguendo la normativa vigente, anche tenendo conto dell’Ordinanza n. 11 del 16 maggio 2020 ed in particolare degli elementi qui sotto precisati.

Pertanto ai sensi dell’OM n. 11 del 16 maggio: 

  • I docenti del team/consiglio di classe procedono alla valutazione degli alunni sulla base dell’attività didattica effettivamente svolta, in presenza e a distanza.
  • Gli alunni sono ammessi alla classe successiva anche con insufficienze.
  • Nel verbale di scrutinio e nel documento di valutazione vengono espresse anche le valutazioni negative (voti < a 6).
  • È possibile la non ammissione in casi molto particolari e con voto unanime del consiglio di classe (OM 11, art. 4 comma 7, totale mancanza di elementi di giudizio in assenza di problematiche di connessione o device, situazioni già verbalizzate nel primo periodo valutativo, ecc…).

Per gli alunni ammessi alla classe successiva con: Insufficienze e/o Livelli di apprendimento non consolidati il Consiglio di classe predispone il PAI: piano di apprendimento individualizzato.

Quindi per ogni disciplina insufficiente o con apprendimenti non consolidati il PAI prevede: 

  • Obiettivi di apprendimento da conseguire o consolidare (ai fini della prosecuzione nella classe successiva)
  • Specifiche strategie per il miglioramento dei livelli di apprendimento

Il PAI è allegato al documento di valutazione e non viene redatto per gli alunni che terminano il percorso di studi e passano a un ordine di scuola successivo (quindi no per alunni classi 5 primaria e classi 3 scuola sec. di I grado).

 

 

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Laura Domiano

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (comunicato_289_info_valutazione_finale.pdf)Comunicato 289 - Info valutazione finale245 kB
PCZeta - Sviluppo Web